Abilitare e disabilitare font bitmap

me@passiflora:~$ cd /etc/fonts/conf.d
me@passiflora:/etc/fonts/conf.d$ su root
Password:
root@passiflora:/etc/fonts/conf.d# rm 70-yes-bitmaps.conf
root@passiflora:/etc/fonts/conf.d# ln -s ../conf.avail/70-no-bitmaps.conf ./

root@passiflora:/etc/fonts/conf.d# dpkg-reconfigure fontconfig
Regenerating fonts cache…

Anche se ho apprezzato di più:

root@passiflora:/etc/fonts/conf.d# dpkg-reconfigure fontconfig-config

Abilitare https://askubuntu.com/questions/1039763/how-to-disable-bitmap-fonts

Disbilitare

Tinder bot per l’8 marzo

La modifica del bot preso da:

http://www.lgsmigrants.com/tinderbot-guide

Strumento usato dal gruppo queer Lesbians and Gays Support the Migrants che ha diffuso in diversi aeroporti inglesi messaggi a pioggia per informare che diverse persone stanno tuttora subendo il rimpatrio forzato.

Per usare il bot, visita la pagina: https://consultoriaqueerbologna.noblogs.org/post/2019/03/02/sciopero-dai-generi/

Per cambiare i messaggi del bot originario

Modificare il file: chrome-extension/js/main_module.js

alla riga 222, cambiare il percorso esterno con uno locale

e puntare al file getassignment in una destinazione nota rispetto al file chrome-extension/src/page_action/page_action.html

Per esempio per averlo a: ./getassignment

Mettere nella cartella: chrome-extension/src/page_action/

questo file, nominandolo getassignment:

{"Item":{"vanity":"8M","enabled":true,"script":{"name":"LGSM","version":"jlmb1BThfavxTjEh4EZELX8LzNx7f7ai","rive":"http://hacklabbo.indivia.net/8marzo19/f-hack.rive"},"race_id":"LGSM","aID":1,"lat":"51.46958","long":"-0.4496073","type":"Tossup"}}

e modificare all’interno il link http://hacklabbo.indivia.net/8marzo19/f-hack.rive

con una risorsa vostra, offline o online verso il vostro file f-hack.rive.

Scaricatelo il file .rive e cambiatelo. In quel file potete modificare le frasi che il vostro bot manderà in giro.

A quel punto potete provare l’estensione e poi rifarne un file zip per diffonderlo. Prima di ripubblicarlo, cambiatele le icone ed anche il nome. grazie.


Traduzione tema Documentazione in jekyll

Tema:

IDEA:

  • retrocompatibilità con i yml che già ci sono.
  • retrocompatibilità con pagine [e post] che già ci sono
  • flessibilità dei meccanismi di traduzione
  • parsimonia di meccanismi
  • [lingua di default]

PARTI TRADOTTE:

pagine: pagine, home page
menu: sidebar e top/navbar
tag:
componenti: summary, search, titolo sitoweb, ..

in più:
RTL
script prima volta in home
script dei pulsanti cambio lingua

script link della home page nel titolo del sitoweb

PARTICOLARITA’

  • Le liste dei TAG fanno selezione in base alla lingua
  • nel menù laterale vengono generati i link delle url in base alla lingua

RIASSUNTO:

pagine:
funzionano con il sistema ref e lang, ovvero un identificativo (ref) uguale tra pagine e un lang per indicare la lingua (2 cifre).
La home page segue lo stesso sistema, le pagine della home page tradotta si trovano nella partella pages come tutte le altre. Ha da tadurr

menu:
il multilanguage dei titoli funziona mettendo nel campo del titolo “multilanguage” e a seguire allo stesso livello di indentazione, chiave:valore; con chiave l’id della lingua.
Per i link dentro a sidebar si mette l’identificativo della lingua e vengono creati i link id_titolo.html
Per i link dentro a topnav si aggiunge multilanguage e poi si crea il figlio m_externalurl e quindi i figli sono gli identificativi delle lingue.

tag:
I tag similmente per le pagine, vanno creati dei file nuovi, con ref, lang e langNow.
La url deve essere da modello it_nometag.md [controlla]

componenti: si trovano in _data/config.yml e string.yml ed alcuni nel CSS.

si trovano in _data/config.yml e string.yml ed alcuni nel CSS.

aggiungere una lingua e un bottone di switch: nel file community-documentation/_layouts/default.html


manca:

  • adeguamenti per i post oltre che le page
  • mettere sotto chiave:valore; la lingua di default
  • omogeneizzare negli yml anche title: a m_title: e poi figli



Storymap with image

OK, uffa è la seconda volto che lo devo fare e già la prima volta ci avevo perso un sacco di tempo.. ed ora di nuovo perchè non me lo ricordo più..

sgrunt.

Trovo molto comodo Storymap js per illustrare pezzi di User Interface!

Perchè nelle pagine web c’hai sempre quei problemi.. a parlare..

il titolo in alto.. quale ce ne sono 3..

I tag.. quali in alto? in basso?, nelle pagine o nella lista dei tag?

insomma scleri simili. Quindi mettere i punti su una mappa visuali sono un po di madonne per farla… ma poi la vita e la vista scorrono più serene!

PS: lo avevo già fatto per libremesh.. e non mi aveva cagato nessuno.. :( ma vabbhè

https://lists.libremesh.org/pipermail/lime-dev/2017-September/000982.html

DAje. Questa la spiegazione dello strumento: https://storymap.knightlab.com/gigapixel/

Queste gli altri link belli che ho seguito di altra gente che fa mappe:

http://lindseywieck.org/fall_2016_sf/SFfall16.html

Notare questa che racconta le diseguaglianze tra uomini e donne alla nasa negli anni 60 e soprattutto tra uomini banchi e donne nere!

https://omeka.macalester.edu/humancomputerproject/map

OK quindi per avere sta immagine:

VABBHé AVESSI LETTO FINO IN FONDO! grande errore aver fretta ..

vabbhè la pagina era cambiata e direi che avevano cambiato pur eil nome del tool. Ecco..sta cosa è assurda.. dare dei nomi artistici a delle funzioni..

ora io non sto afferrando la metafora.. è chiaro..però ho trovato lo stesso effetto descritto in TOT modi.. uno peggo dell’altro:

Hoi io sono polemica.. però si vede della malvagità lontano un miglio!

Quindi.. quello che vogliamo noi che stiamo su linux è…. tadam!

piramide!

https://libvips.github.io/libvips/API/current/Making-image-pyramids.md.html

Dicono, immagine di almeno 2000 per 2000 pixel

Poi installiamo la libreria pithonm che da debian 9 ce la caviamo con un

https://packages.debian.org/stretch/libvips-tools

“sudo apt install libvips-tool”

Il dannato comando è:

vips dzsave overview.png myzoom –layout zoomify

Il lavoro mio finito..

Thomson TG585 v8 come brigde – ethernet e wireless

Resettarlo tanto per sapere da che parte si sta iniziando.

POi Attaccarsi con un cavo ethernet al pc, spegnere il wifi,  e connettersi in Telnet al router:

telnet 192.168.1.1

Autenticarsi

E disattivare DHCP, DNS e firewall:

dhcp server config state disabled

dns server config state disabled

firewall server config state disabled

saveall

 

FAtto!

 

Sourcer https://www.bizmate.biz/articles-mainmenu-2/18-little-it-tricks/40-routertoswitch

Lettore sintetico di annunci programmabile!

hehehe, vediamo come usare un sitentizzatore vocale su linux:

[preliminare per raspberry 1]

https://raspberrypi.stackexchange.com/questions/44/why-is-my-audio-sound-output-not-working

sudo apt-get install alsa-utils
 sudo modprobe snd_bcm2835


add snd_bcm2835 to /etc/modules

TEST :

wget http://rpf.io/lamp3 -O example.mp3 --no-check-certificate

aplay example.mp3

__ VERSIONE 1 (non va su raspberry1)

Installarlo:

apt install festival

Aggiungere voci

apt install festvox-italp16kapt

Decidere quale voce ha priorità, nel file: /usr/share/festival/voices.scm

POi lo script è:

#!/bin/bash

#This script counts.
#if crash remember there are 86400 sec in a day.
#if crash- if more than a billion

# create a variable to represent the filename
COUNTER_FILE=”counter.txt”

while [ true ]; do
count=`cat $COUNTER_FILE`
echo $count | festival –tts –language italiian
((count++))
echo $count > $COUNTER_FILE

done

Fonti:

https://learn.adafruit.com/speech-synthesis-on-the-raspberry-pi/installing-the-festival-speech-package

https://packages.debian.org/jessie/festival-voice

http://www2.pd.istc.cnr.it/FESTIVAL/home/download-FESTIVAL.htm

http://www.solomonson.com/content/ubuntu-linux-text-speech

https://raspberrypi.stackexchange.com/questions/10384/speech-processing-on-the-raspberry-pi

___________________________________________________________________

VERSIONE 2 :  Flite

non male, in realtà però non mi mette la lingua italiana…

http://www.festvox.org/flite/doc/flite_7.html

#!/bin/bash
#This script counts.
#if crash remember there are 86400 sec in a day.
#if crash- if more than a 100 billion

# create a variable to represent the filename in case of crash start again from the same number
COUNTER_FILE=”counter.txt”

while [ true ]; do
count=`cat $COUNTER_FILE`
flite -t $count
((count++))
echo $count > $COUNTER_FILE
sleep 10s

done

___________________________________________________________________

-VERSIONE 3: svox

[non-free]

https://packages.debian.org/source/jessie/svox

___________________________________________________________________

-VERSIONE 4:

[non-free]

https://packages.debian.org/jessie/sound/libttspico-utils

pico2wave, se non va devi installare il pacchetto libttspico0.
___________________________________________________________________
-Versione5:
5: https://packages.debian.org/stretch/espeak

________________________________________________________________

Ed infine bisogna farlo partire al boot:

Five Ways To Run a Program On Your Raspberry Pi At Startup

sproloqui