Solidarietà ad indymedia germania

hanno tirato giù una delle due indymedia germania e gli son entrati a sequestrare i server accusandoli di essere contro la costituzione.
questo due giorni fa.

https://crimethinc.com/2017/08/25/german-government-shuts-down-indymedia-what-it-means-and-what-to-do
in portoghese, https://midiaindependente.org/?q=node/359

vi traduco un pezzo in mezzo, magari poi tutto l’articolo:

<< In Germania e in tutto il mondo abbiamo bisogno di teorie e pratiche
radicali, abbiamo bisogno di spazie e di persone che tra loro comunicano
anonimamente,
in modo che nessuno possa essere intimidito per il doppio flusso di
repressione statale e di violenza fascista dal basso.
Per comprendere movimenti e lotte sociali, perchè la nostra nozione di
storia non sia spazzata via da un torrente effimero, abbiamo bisogno di
repository dove preservare le comunicazioni e account.
Come qualcuna una volta disse: la lotta dell’umanità contro il potere
autoritario è la lotta della memoria contro l’oblio.
Per lottare contro questa repressione autoritaria, ora è ancora più
importante divulgare idee e materiale rivoluzionario in tutti i posti
possibili e rispondere con idee alternative e pensare tra noi forme di
comunicazioni efficaci in tempo contro la censura e il controllo statale.
Quanto più ognuno di noi avrà un ruolo in questo obiettivo e tanto più
sarà resiliente e decentralizzata la nostra rete.

Se sono venuti per noi questa notte, siate certi che verranno da voi domani.

L’attacco ad Indymedia fa parte di una offensiva molto grande contro le
strutture radicali. In Hamburgo più di 30 persone son in galera dopo
l’incontro del G20 a luglio -apoie aqui!
<https://translate.googleusercontent.com/translate_c?depth=1&hl=en&ie=UTF8&prev=_t&rurl=translate.google.com&sl=en&sp=nmt4&tl=pt-BR&u=https://unitedwestand.blackblogs.org/&usg=ALkJrhirytF0lAMBrixbWIpjTgG6gFwzDQ>.
Quanto Indymedia, avremo pagine di sostegno che pubblicheremo al più
presto. >>